Non Puoi Aspettare?

Per tutte le tue necessità urgenti puoi rivolgerti
al Medico Psicoterapeuta - Psicologo Clinico, un aiuto sempre a tua disposizione.
Richiedi Subito La Tua Consulenza Psicoretapeutica Online
via Telefono, Skype, Whatsapp, Zoom e Google Meet

+393715307228 Prenota Subito
Per Urgenze, Contattaci su Whatsapp

La necessità di accordo fra i genitori - 2° parte

“Siete stati creati per mostrare reciproco amore e non acredine e perversità”. (1)

Se pensieri e opinioni riguardo l’educazione dei bambini non sono in armonia; se il padre e la madre discutono incessantemente, interferiscono reciprocamente negli affari e nelle responsabilità l’uno dell’altro e trovano sempre da ridire; se il padre dà ordini contrari a quelli della madre e la madre va contro i principi imposti dal padre; se esistono questi problemi nella famiglia, i bambini, disorientati e perplessi, non sapendo quale via seguire, non metteranno in pratica le istruzioni dei genitori e cresceranno ostinati, incuranti e senza scrupoli.

Per chiarire il problema facciamo un esempio. Un padre non vede nulla di male che la figlia tredicenne vada a casa di un’amica, ma la madre non giudica corretto che una ragazza esca da sola. I genitori non hanno discusso la cosa e non hanno la stessa opinione in merito.

La figlia chiede al padre il permesso d’andare a casa della sua compagna di scuola. Egli risponde: “Si, vai pure cara”. A questo punto esce di casa e quando la ragazza vuole uscire, la madre glielo proibisce e si innervosisce per l’inopportuno permesso del padre. Così intima a sua figlia di non osare di mettere piede fuori di casa. La ragazza risponde che il permesso le è stato dato dal padre. La madre, sdegnata, risponde: “Tuo padre si è sbagliato”. Il risultato di questa scena è che la figlia rinuncia ad andare dall’amica e segue quanto detto dalla madre. Ma piò tardi, in serata, quando il padre rincasa, la ragazza non rinuncerà ad un fiume di lamentele che immediatamente preparano il terreno per un litigio fra i genitori. Dato che le sue parole sono state “gettate al vento”, il padre si inquieterà e reagirà polemizzando con la moglie, la quale, per difendere il proprio punto di vista ed il proprio bisogno di stima, non starà zitta ma si sfogherà dicendo quello che ha in mente. La situazione degenererà in un litigio.

È chiaro che il carattere dei figli in una casa simile peggiorerà, se in loro presenza il padre sminuisce e apertamente disprezza la madre e annulla il suo valore ai loro occhi, ne consegue che:

 

  1. I bambini crescendo diventano insolenti e maleducati, dominano la madre e le disobbediscono, si degradano agli occhi di Dio e si screditano di fronte ai loro simili;
  2.  La madre, per vendicarsi, ricorre alla maldicenza nei confronti del marito e l’accusa d’essere irragionevole, istillando così nei bambini un forte sentimento di ostilità, verso il padre. In questo modo ne sminuisce l’immagine, riduce sempre più il rispetto ch’essi hanno per lui e, peggio ancora, si rivela falsa e impaurisce raffigurando il padre come un tiranno.

Altro esempio. La madre porta il figlio a far la spesa e gli compra un paio di scarpe con i soldi del padre e gli raccomanda di nascondere assolutamente al padre l’acquisto perché se lo venisse a sapere s’arrabbierebbe da “sparare a tutti e due”. Con atteggiamenti come questi è chiaro quale attitudine i figli svilupperanno verso il padre.

Se i genitori sono sempre in contrasto, l’effetto sui bambini innocenti sarà pernicioso perché li priva dei frutti più dolci e più scelti della vita: l’amore del padre e della madre. L’unità dei pensieri e di punti di vista e quindi una delle cose piò importanti della vita familiare, senza la quale la tranquillità e la pace non sono possibili.

“Dovete considerare la questione del buon carattere come una questione di primissima importanza. Ogni padre e madre hanno il dovere di consigliare i figli per un lungo periodo e di guidarli a quelle cose che conducono a eterno onore.” (2)

 

1- Baháʼu’lláh, Tavole, pag. 126

2- Abdu’l-Bahá, Antologia, n. 108